L'orologio digestivo secondo l'Ayurveda




Nella visione Ayurvedica per mantenere il corpo in salute dobbiamo seguire i ritmi della natura e dei dosha (energie biologiche) così da mantenerle sempre in equilibrio. Nasce così la concezione di avere dei piatti che contengano tutti i gusti (amaro, agro, acido, dolce, piccante, salato).

Per seguire un'alimentazione e digestione corretta quindi si dovrebbero assumere pochi alimenti per colazione perché il fuoco digestivo è debole e il corpo è ancora impigrito dall'apice dell'energia kapha che crea stanchezza e pesantezza. Per questo ci si dovrebbe alzare presto e bere dell'acqua tiepida (2 bicchieri) a digiuno per aiutare il metabolismo a risvegliarsi. Per attivare l'organismo è consigliato effettuare qualche Asana o un po' di esercizi fisici.

La COLAZIONE può essere fatta con frutta fresca, latte e cereali o un tè (allo zenzero o verde). A chi proprio non può rinunciare ad una colazione sostanziosa è concesso assumere della frutta secca e dei frullati con frutta fresca e verdure. Il consiglio è quello di farla entro le 8:30. E' suggerito bere molto durante la mattinata perché si possano espellere le tossine accumulate durante la nottata. Il caffè è concesso a metà mattina, ma può essere sostituito da una centrifuga di frutta e verdura. Si può mangiare anche uno yogurt con qualche noce.

Il PRANZO è visto come il pasto più importante della giornata. Andrebbe fatto tra le 11:30 e le 13:00 quando il fuoco digestivo è molto attivo. Si può mangiare verdura cruda o cotta, proteine animali, legumi, latticini, cereali, uova e grassi dati dalla frutta secca. E' concesso anche il dolce a fine pasto.

A metà pomeriggio è bene fare un piccolo spuntino con tè alle erbe oppure una galletta con miele o frutta secca con latte.

E' bene non mangiare troppo fuori pasto per non disturbare i processi digestivi. I cibi extra sono meno invasivi se assunti almeno 2 ore prima del pasto principale.

La CENA dovrebbe essere assunta prima delle 20:00 con minestre di verdure, piatti unici oppure verdure dolci come le carote, le barbabietole e del pane azzimo. Sarebbe quindi buona abitudine assumere cibi caldi, leggeri e ricchi di liquidi per non andare incontro ad accumuli di scorie che vanno ad intensificare il lavoro dello stomaco portando disturbi digestivi, sovrappeso e pesantezza.

Seguendo queste indicazioni riuscirete a percepire il corpo più leggero ed energico, provare per credere!