La potenza dell'OM

Il Mantra OM è il più utilizzato al mondo perché di facile comprensione e non riconducibile ad una vera e propria preghiera.

Appartiene ai Bija Mantra insieme a Lam Vam Ram Yam Hum.

E' considerato il suono vibratorio della creazione primordiale e per questo motivo la sua potenza non è classificabile. E' l'origine di ogni cosa. E' l'espressione che più avvicina l'uomo al divino e per questo viene classificato come il Mantra Universale.

Lo possiamo conoscere grazie all'intuizione avuta durante le meditazioni dei Rishi. Il suono nel silenzio si può percepire nell'orecchio destro.

Come tutti i Mantra si può cantare, ripetere mentalmente o solo ascoltare interiorizzando la vibrazione. Il silenzio interiore che crea l'esecuzione di questo fonema rappresenta l'unione con l'universo.

Nello Yoga viene utilizzato anche per mantenere il controllo mentale durante l'esecuzione delle posizioni al posto di ascoltare il respiro.

La spiegazione di questo Mantra la si può trovare nella Mandukya Upanishad e viene citata anche da Patanjali nel primo Pada nei versetti 26-27-28.

La sua esecuzione non è un netto OM, ma un AUM dove la A sta per Brahma Creatore e rappresenta il passato, la U sta per Visnu Conservatore e rappresenta il presente, la M sta per Rudra Distruttore e rappresenta il futuro.

Nell'iconografia viene disegnato con il Nada-Bindu che da il significato al silenzio interiore che sottolinea la vibrazione non udibile eppure presente. E' l'espressione della Maha Shakti.

Si possono eseguire anche delle meditazioni sul suono oppure sul simbolo dell'OM.

Ciò apporta una grande pace che con pazienza ed esercizio farà percepire al praticante l'unione con tutto quello che lo circonda. Entrerà in uno stato di coscienza superiore.