Pulizia del tappetino Yoga


Lo so che vi state guardando attorno sapendo benissimo che questa cosa non l'avete mai fatta, ma la pulizia del tappetino è FONDAMENTALE.

Pensate a quante volte ci camminate sopra, appoggiate le mani sudate e poi assumete la posizione di Balasana con la fronte appoggiata sul tappetino. Beh ora vi renderete forse conto che ogni tanto una pulizia profonda andrebbe anche fatta!

Ma come?

In commercio troverete già degli igienizzanti pronti, oppure potete fare come me che se lo prepara e lo cambia di settimana in settimana. Io faccio un mix di acqua, un cucchiaino di bicarbonato, un cucchiaio di aceto e mezzo limone spremuto. Questo solvente lo spruzzo direttamente sul tappetino e poi strofino con cura utilizzando uno straccio di cotone.

Andrebbe passata sia la parte anteriore che quella che tocca a terra.

Quante volte?

Di questi tempi il consiglio è quello di pulirlo ogni volta che si termina la pratica, se questo fosse troppo impegnativo, almeno una volta a settimana.

Se avete la fortuna di avere una vasca da bagno potete lavarlo con un sapone neutro e metterlo ad asciugare al vento lontano dalla luce diretta.

Se proprio proprio volete essere bravissimi potete passarci sopra un po' di gel igienizzante sempre usando uno straccetto in cotone prima di iniziare una nuova pratica.

Ricordatevi sempre che respirate ciò che si annida sul tappetino, quindi abbiatene cura!

Finita l'ora di lezione riponetelo all'interno di un porta tappetino (Io ne ho uno della Yogistar acquistato su Amazon e mi ci trovo benissimo). Se non volete comprarne uno, potete arrotolarlo in un asciugamano o in una coperta.

Buona pulizia!

OM